La Cina ha ricostruito il Titanic

·2 minuto per la lettura
La Cina ha ricostruito il Titanic
La Cina ha ricostruito il Titanic

Iniziata nel 2016, la replica del transatlantico britannico affondato nel 1912 è quasi pronta. Sarà al centro di un parco tematico a Suining

Affondato un Titanic se ne fa un altro. E chi può aver pensato a replicare fedelmente il transatlantico più noto al mondo se non una società cinese?

IL TITANIC II

Per l’esattezza, la Star Energy Investment Group, che nel 2016 ha iniziato a costruire la più grande attrattiva turistica del Romandisea Resort, un parco a tema nel cuore di Suining, provincia di Sichuan, nella Cina sudoccidentale.

PRONTO AD ACCOGLIERE I VISITATORI

Dopo oltre quattro anni di cantiere, Titanic II è pronto per accogliere visitatori, nostalgici o meno del suo celeberrimo antenato, salpato il 10 aprile del 1912 da Southampton, nel Regno Unito e naufragato dopo pochi giorni di viaggio, il 15 aprile, dopo esser entrato in collisione con un iceberg.

IL FASCINO DEL PRIMO NOVECENTO

Il suo emulo cinese non correrà certo il rischio di affondare, piantato com’è al centro del parco tematico che gli è stato dedicato. Le dimensioni sono le stesse del celeberrimo antenato: 269 metri di lunghezza per 28 metri di larghezza. Al suo interno lussuose camere d’albergo, una piscina e un dedalo di saloni ricreeranno l’atmosfera di quel primo Novecento brillante di danze, luci e cristalli che l’oceano inghiottì in una sola notte.

STESSA ATMOSFERA, SULLA TERRAFERMA

“I visitatori potranno rivivere il lusso e la grandiosità del Titanic”, ha commentato Su Shaojun, che ha investito nel progetto. “Il tour inizierà dall’imbarco: copieremo anche il molo di Southampton dell’epoca, così come tutti i motori a vapore della nave e gli ambienti all’interno”. E per rendere il tuffo nel passato ancora più magico, durante le visite i turisti potranno ascoltare le storie più emozionanti di quell'epocale 15 aprile 1912.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli