La città italiana dove si mangiano pasti 'vecchi' di 500 anni

Mai provato a mangiare piatti tipici del Rinascimento? Ecco dove assaporare pasti vecchi di 500 anni. Parliamo di Ferrara, corte estense in cui hanno proliferato arte e letteratura con Boiardo, Ariosto Tasso, Piero della Francesca o Mantegna, ma anche la cucina ha avuto un ruolo chiave grazie allo chef Cristoforo di Messisbugo e al suo libro sulla gastronomia, considerato una pietra miliare. In “Banchetti, composizioni di vivande e apparecchio generale”, il cuoco letterato ha tramandato fino ai giorni nostri ricette di piatti tipici e grandi classici. Un esempio? La salama al sugo, ovvero una salsiccia accompagnata da purè, oppure il pasticcio (frittella ripiena di maccheroni, ragù di manzo e besciamella). Ferrara era famosa per i suoi banchetti infiniti che offriva ad ospiti e ambasciatori in visita per dimostrare potere e ricchezza (Foto: Shutterstock – Music: “Cute” from Bensound.com)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli