La colf 'guerriera' eletta in Francia: "Rappresento gli invisibili"

Joel Saget / Afp

AGI - Per la prima volta nella storia della Repubblica francese una collaboratrice domestica è stata eletta deputata all'Assemblea nazionale. Si tratta di Rachel Keke, candidata della Nuova unione popolare ecologica e sociale che ha conquistato la settima circoscrizione della Val de Marne battendo di un soffio al secondo turno l'ex ministra dello Sport, Roxana Maracineanu, con il 50,3 per cento dei voti. Madre di cinque figli, arrivata in Francia nel 2000 e naturalizzata nel 2015, Keke si è definita come una "guerriera" che vuole "fare rumore" a Palazzo Borbone.

La neoeletta si è fatta conoscere in particolare durante il lungo sciopero delle cameriere dell'hotel ibis Batignolles di Parigi, tra il 2019 e il 2021, mobilitandosi per migliorare il salario e le condizioni di lavoro delle lavoratrici. "Sono emozionata, è una vittoria storica! Io rappresento le professioni invisibili: le cameriere, le collaboratrici domestiche, le vigilanti, le badanti. Ora è il momento di mettersi al lavoro", ha dichiarato dopo la vittoria davanti al teatro di Chevilly-Larue, dove i suoi sostenitori si sono radunati per festeggiare il successo.

"La politica è accessibile a tutti a condizione di scendere in campo", ha commentato Stephanie Daumin, sindaca comunista della città. "Ci è stato detto che era impossibile vincere; in realta' bisognava solo mettersi in gioco", ha riferito Sylvain Mailler, direttore di campagna di Keke.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli