La commedia distribuita su Amazon Prime

·2 minuto per la lettura
È per il tuo bene: trailer e recensione del film con Biondo
È per il tuo bene: trailer e recensione del film con Biondo

È per il tuo bene è distribuito su Amazon Prime!

La commedia italiana è una delle produzioni più popolari sulla nota piattaforma streaming.

A dirigerla c’è l’attore e regista Rolando Ravello (La prima pietra), mentre la sceneggiatura è stata scritta in coppia con l’esperto Fabio Bonifacci (Si può fare).

È per il tuo bene, prodotto da Picomedia in collaborazione con Medusa Film, è il remake del film spagnolo del 2017 Es por tu bien di Carlos Therón.

Il cast di È per il tuo bene

Il cast del film è molto ricco, trattando sullo stesso piano le vicende di tre famiglie protagoniste. Oltre alla quantità, la commedia può contare anche su una certa qualità grazie alla partecipazioni di alcuni attori di ottimo livello.

A partire dal trio dei mariti furiosi formato da Marco Giallini (Non ci resta che il crimine), Giuseppe Battiston (Il grande passo) e Vincenzo Salemme (7 ore per farti innamorare).

Il trio delle rispettive mogli protettive è invece composto da Isabella Ferrari (Sotto il sole di Riccione), Claudia Pandolfi (Baby 3) e Valentina Lodovini (Cambio tutto!).

Il film si avvale anche delle presenze di Matilde Gioli (Doc – Nelle tue mani), nel ruolo di una delle figlie da “correggere”, e del famoso rapper romano Biondo (le canzoni che canta nel film sono le sue) nel ruolo di se stesso.

Del cast fanno inoltre parte Alberto Lo Porto (Rocco Schiavone), Lorena Cesarini (Suburra – La serie) e le giovani Alice Ferri e Eleonora Trezza.

La trama del film

La trama del film è molto semplice. Tre padri di famiglia, molto amici tra loro, non sono per nulla contenti delle frequentazioni amorose delle proprie figlie.

Tenendo ovviamente all’oscuro le mogli, decidono di organizzare un piano che possa mettere fine alle loro storie d’amore non gradite.

La recensione di È per il tuo bene

È per il tuo bene è un film di largo consumo costruito appositamente per incontrare il favore del grande pubblico.

Non stupisce, quindi, che sia ancora uno dei più visti su Amazon Prime, nonostante siano passati alcuni mesi dalla sua uscita in streaming.

Certo, fa arrabbiare e non poco, il fatto che si tratti di un remake, che un’idea tanto semplice e funzionale la si sia dovuta copiare (e pagare!) piuttosto che creare da zero.

Comunque il film funziona in certe parti, nonostante una regia insipida, un montaggio decisamente commerciale, e l’inserimento forzato di alcuni clichè.

È per il tuo bene, grazie alla bravura dei suoi attori e alla scrittura di Bonifacci (profondo conoscitore del genere e del mestiere), strappa più di un sorriso. Cosa assai gradita e per nulla scontata di questi tempi.

Mi permetto di chiudere su Vincenzo Salemme che, soprattutto nelle scene drammatiche, riesce a dare prova di essere un attore più bravo di quello che vorrebbe farci credere.