La commovente ragione per cui la regina lascia le decorazioni natalizie fino al 6 febbraio

Silvia Renda
·1 minuto per la lettura
(Photo: ASSOCIATED PRESS)
(Photo: ASSOCIATED PRESS)

Regola vuole che le decorazioni natalizie vengano tolte dalle case non oltre il 6 gennaio, ma la regina Elisabetta proroga ogni anno la scadenza di un mese esatto, fino al 6 febbraio. Una scelta non causale, motivata dal profondo rapporto che la legava al padre.

Re Giorgio VI moriva esattamente in quel giorno, nel 1952, nella tenuta di Sandringham. Se Buckingham Palace per il periodo natalizio ospita magnifiche decorazioni che vengono dismesse entro l’Epifania, Sandringham, per volere della regina, resta addobbata a festa sino all’anniversario della morte del padre.

Anche quest’anno la monarca ha raggiunto la tenuta insieme al marito Filippo, appena dimesso dall’ospedale. Una pausa natalizia, lontano dai doveri di corte. Il 25 dicembre ha ascoltato la messa nella chiesa di St Mary Magdalene. Insieme alla famiglia, ma senza Harry e Meghan.

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.