La coppia aveva cercato di dissuadere il cane dal mordere un riccio catturato in giardino

·2 minuto per la lettura
Un pitbull
Un pitbull

Pitbull azzanna entrambi i suoi padroni a Front Canavese, in provincia di Torino, e li manda in ospedale, dove il marito è stato operato per 4 ore. Secondo una prima ricostruzione dei Carabinieri di Barbania che hanno raccolto le prime testimonianze i due stavano cercando di togliere un riccio dalle fauci del cane che lo aveva azzannato in giardino. E per poco non si è sfiorata la tragedia, a contare che entrambi i coniugi, di 63 e 69 anni, sono stati ricoverati in prognosi riservata al Cto di Torino. I due hanno riportato ferite molto serie agli arti superiori e l’uomo è dovuto finire sotto i ferri operatori. 

GUARDA ANCHE IL VIDEO: Lo scontro tra un coccodrillo e un pitbull, chi vincerà?

Pitbull di sette anni azzanna i suoi padroni

Cosa abbia scatenato l’aggressività del molossoide pare evidente ma va chiarito meglio: il cane infatti vive da circa due anni con i suoi padroni e non aveva mai dato precedenti segni di aggressività. Sta di fatto che dopo aver morso e strattonato più volte i padroni il cane, che ha 7 anni ed è regolarmente registrato all’anagrafe canina, si è allontanato volontariamente, a differenza di altri casi in cui si è dovuti arrivare a soluzioni estreme. Attualmente l’animale è in affido temporaneo alla figlia della coppia, ma i media locali non escludono l’ipotesi della soppressione

Razza difficile e superficialità: la combo

Purtroppo l’incapacità di gestire i pit bull e gli altri cani di ascendente molosso o lupo e l’aggressività selezionata della “razza” sono una combo che ha già fatto danni: un mese fa una 65enne romana era stata ricoverata in gravi condizioni al Policlinico Gemelli della Capitale dopo l’aggressione da parte di un pitbull che accudiva. Il cane, nel corso di quel furioso attacco, le aveva quasi staccato un braccio e martoriato il volto, ma la donna aveva espressamente chiesto – riporta Fanpage – “di non criminalizzare il cane”.