La coppia più longeva dell'Inghilterra festeggia 81 anni di matrimonio

·1 minuto per la lettura
coppia più longeva Inghilterra
coppia più longeva Inghilterra

Chi non crede all’amore eterno si sbaglia: la storia di Ron e Joyce Bond riempie il cuore d’amore, di gioia e di speranza. Quella verso un futuro che può essere ricchio e appassionato se condiviso con la persona giusta. Lo sanno bene Ron e Joyce, che con 81 anni di matrimonio e un secolo di vita sono i coniugi più longevi dell’Inghilterra.

Chi sono i coniugi più longevi dell’Inghilterra

Ron e Joyce Bond provengono da Milton Keynes, una città a Sud-Est dell’Inghilterra. Lui ha 102 anni, lei “solo” 100.

Con 81 anni di matrimonio alle spalle, i due si sono aggiudicati il primato di coppia più longeva del Paese.

Chi sono i coniugi più longevi dell’Inghilterra: 81 anni di matrimonio

Si sono sposati nel 1941 presso l’ufficio del registro di Newport Pagnell. Ron aveva 21 anni e Joyce 19. Stando a quanto raccontano i diretti interessati, tra loro è stato amore a prima vista. Eppure, non tutti credevano alla loro storia. La vita li ha fatti ricredere. Negli anni sono cresciuti insieme e, sempre insieme, hanno dato vita alla loro famiglia, oltre ad aver assistito al susseguirsi di 15 diversi primi ministri.

Il 4 gennaio 2022 hanno festeggiato il loro 81esimo anniversario.

Chi sono i coniugi più longevi dell’Inghilterra: le parole di Ron e Joyce

Descrivendo l’amore che li unisce da oltre 80 anni, Joyce ha dichiarato: “Non ci saremmo mai aspettati di raggiungere gli 81 anni di matrimonio, sappiamo di essere molto fortunati ad aver raggiunto questo straordinario obiettivo. Sembra sorprendente. Non esiste un capo nella nostra relazione, diamo e prendiamo entrambi”.

Commoventi le parole del marito. Ron, infatti, ha sottolineato:A volte la vita è dura, ma la affrontiamo insieme. Ci prendiamo cura anche l’uno dell’altro”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli