La coppia ha preparato tutto in sole due ore

·2 minuto per la lettura
Matrimonio lockdown
Matrimonio lockdown

In Inghilterra, una coppia ha deciso di organizzare il proprio matrimonio in sole due ore, per evitare che il lockdown li obbligasse a rimandare ancora le nozze. Hanno voluto superare le restrizioni per la pandemia che sarebbero entrate in vigore nel giro di pochissimo tempo.

Matrimonio prima del lockdown

Le restrizioni anti-Covid precedenti avevano reso impossibile il loro tentativo di diventare marito e moglie. Per questo Chloe e Jamie, che avevano già posticipato le nozze per ben tre volte, hanno deciso di organizzare tutto in sole due ore. L’annuncio di Boris Johnson ha nuovamente rovinato i loro piani, ma questa volta non si sono lasciati abbattere e si sono sposati entro le 22 della sera stessa alla Edgware United Synagogue. La cerimonia è stata allestita in sole due ore. Il testimone dello sposo ha guidato per due ore per essere presente in questo giorno speciale. La coppia aveva inizialmente programmato il matrimonio in un hotel a Watford con 130 ospiti, ma avevano dovuto spostare il matrimonio al 22 novembre per riuscire ad avere almeno 15 invitati.

L’Inghilterra, però, è entrata in lockdown, così hanno deciso di rimandare tutto al 20 dicembre. Il governo ha annunciato nuove restrizioni e gli sposi hanno deciso di non voler più rimandare questo loro giorno speciale. Il ragazzo ha iniziato a telefonare agli invitati e in pochissimo tempo si sono ritrovati tutti per la cerimonia. “Tutto questo è incredibile soprattutto se consideriamo che nelle zone rosse di livello quattro i matrimoni possono essere organizzati soltanto in circostanze eccezionali. Noi abbiamo radunato i nostri cari in pochissimo tempo e siamo riusciti a ritrovarci come se nulla stesse accadendo. Penso sia un miracolo. Ad alcune persone servono anni per organizzare un matrimonio, ma noi lo abbiamo fatto in due ore” ha spiegato Jamie alla BBC. La coppia è riuscita ad organizzare tutto in due ore, entro le 18, chiudendola in tempo per le nuove restrizioni anti-Covid annunciate da Johnson.