La Corea del Nord ha condotto un altro test missilistico e prepara quello nucleare

Anthony WALLACE / AFP

AGI - La Corea del Nord ha lanciato un "missile balistico non specificato", l'ultimo di una serie di lanci di Pyongyang, mentre Seul avverte che Kim Jong Un potrebbe essere vicino a condurre un altro test nucleare.

"La Corea del Nord ha lanciato un missile balistico non specificato verso il Mare dell'Est", ha affermato il capo di stato maggiore congiunto di Seoul, riferendosi allo specchio d'acqua noto anche come Mar del Giappone.

Colloqui in stalo, missili in volo

Con i colloqui a lungo in stallo, le tensioni nella penisola sono al culmine degli ultimi anni, con il leader nordcoreano Kim Jong Un che il mese scorso ha dichiarato il suo Paese una potenza nucleare "irreversibile", ponendo di fatto fine ai negoziati sui suoi programmi di armi proibite.

Martedì, il presidente sudcoreano Yoon Suk-yeol ha affermato che il Nord è pronto a condurre un altro test nucleare, che sarebbe il settimo. "Sembra che abbiano già completato i preparativi per un settimo test nucleare", ha detto al parlamento martedì durante un discorso sul bilancio.

Mercoledì, Stati Uniti, Giappone e Corea del Sud hanno affermato che un test nucleare nordcoreano garantirebbe una "risposta forte senza precedenti".

Questo mese, la Corea del Nord ha sparato colpi di artiglieria in una "zona cuscinetto" marittima istituita nel 2018 per ridurre le tensioni con il Sud e ha annunciato di aver organizzato quelle che ha chiamato "esercitazioni nucleari tattiche" per simulare una pioggia di missili armati con testate atomiche sul Sud.

Provocazioni

Le mosse fanno parte di un drammatico aumento quest'anno in quelle che Seul chiama "provocazioni" da parte del Nord, incluso il lancio di un missile a lunga distanza che ha sorvolato il Giappone e ha provocato allarmi ed evacuazioni di edifici.

Seul ha anche condotto recentemente esercitazioni a fuoco vivo e gli Stati Uniti hanno dispiegato una portaerei a propulsione nucleare nella regione per condurre esercitazioni trilaterali su larga scala che coinvolgono anche Tokyo.

Tali esercitazioni fanno infuriare Pyongyang, che le vede come prove per l'invasione e giustifica il suo blitz di lanci di missili come "contromisure" necessarie.

Seul e Washington hanno ripetutamente avvertito che Pyongyang potrebbe essere vicina a testare una bomba atomica per la prima volta dal 2017, dopo una raffica di lanci di missili balistici.

Kim ha reso lo sviluppo di armi nucleari tattiche - armi più piccole, pronte per il campo di battaglia - una priorità, e Seoul ha recentemente avvertito che il Nord potrebbe prepararsi a condurre più test nucleari consecutivi come parte di questa campagna.

In una recente riunione del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite per discutere del lancio di Pyongyang sul Giappone, la Cina, alleata di lunga data della Corea del Nord e benefattore economico, ha accusato Washington di aver provocato l'ondata di test missilistici.

Il Consiglio di sicurezza è diviso da mesi sulla risposta alle ambizioni nucleari di Pyongyang, con Russia e Cina a fare la parte degi alleati del regime e il resto del consiglio che spinge per la punizione.