La Corte Suprema Usa blocca la scure di Trump sui “Dreamers”

La Corte Suprema Usa blocca la scure di Trump sui “Dreamers”

Milano, 18 giu. (askanews) – La Corte Suprema statunitense ha respinto la richiesta del presidente Donald Trump di interrompere le tutele legali per 650.000 giovani immigrati, con la seconda sentenza sbalorditiva della stagione elettorale in una settimana, dopo quella di lunedì che ribadiva il fatto che sia illegale licenziare le persone perché sono gay o transgender.

Resta dunque il Deferred Action for Childhood Arrivals (Daca), il programma risalente all’amministrazione di Barack Obama: concepito per consentire a soggetti di età inferiore a 16 anni entrati irregolarmente negli Stati Uniti di evitare per due anni (prorogabili) l’espulsione e di ricevere un permesso di lavoro.