La Corte suprema Usa potrebbe abolire il diritto all'aborto

Drew Angerer / GETTY IMAGES NORTH AMERICA / AFP

AGI - "Il Congresso deve passare una legge che riconosca ora la 'Roe v. Wade' come legge di questo Paese. E se non ci sono sessanta voti in Senato per farlo, e non ci sono, dobbiamo mettere fine al filibuster per approvarla con 50 voti". Lo ha detto il senatore indipendente Bernie Sanders, a commento delle indiscrezioni apparse sul pronunciamento della Corte Suprema, favorevole a revocare la storica sentenza del 1973, che riconobbe a livello federale il diritto all'aborto.

Il "filibuster" è quella pratica che permette all'opposizione di allungare i tempi della discussione e dell'approvazione di una legge e che può essere superata solo con il voto di 60 senatore su cento. Al momento i Democratici dispongono solo di cinquanta voti. Senza il filibuster, i progressisti avrebbero - in teoria - i cinquanta voti necessari per approvare la legge che riconosce il diritto all'interruzione di gravidanza. Anche se i repubblicani dovessero votare tutti contro, con una situazione di parità di 50 a 50, sarebbe decisivo il voto della vicepresidente degli Stati Uniti Kamala Harris, favorevole all'aborto.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli