La Croazia di Milanovic spezza una lancia a favore dell'Ungheria 'sovranista'

All'Ungheria di Victor Orban tende la mano la Croazia di Zoran Milanovic che, in visita di Stato questo venerdì a Budapest, senza troppi giri di parole ha accusato Bruxelles di prendere una posizione politica nei confronti dell'Ungheria, contro cui l'esecutivo comunitario punta il dito per violazioni dello stato di diritto.

“Il rapporto che si è venuto a instaurare tra Unione europea e Ungheria è piuttosto irritante; oggi tocca al'Ungheria, domani a un altro paese più grande cui bisogna dare una lezione. È stato il caso della Polonia fino a ieri, oggi invece , vista la posizione della Polonia nei confronti dell'Ucraina Varsavia è magnifica; ma domani i polacchi saranno nuovamente additati".

Incontrando il suo omologo, la signora Katalin Novak, Milanovic ha detto ancora che l'atteggiamento di Bruxelles incrina piuttosto che rafforzare l'unità dei 27.

Milanovic è stato eletto nel 2019 nello schieramento di liberale di sinistra, da allora ha cominciato a criticare le politiche occidentali verso i Balcani e la Russia, assumendo posizioni vicine ai sovranisti.

Lo scorso primo gennaio la Croazia è entrata ufficialmente nello spazio di libera circolazione Schengen, oltre a fare il suo ingresso nell’area Euro. e questo a dieci anni dall’adesione all’Unione europea.