La cura contro il Coronavirus arriverà presto in Italia

·1 minuto per la lettura
Domenico Arcuri
Domenico Arcuri

Il Premier Giuseppe Conte, a seguito di una riunione avuta la mattina di mercoledì 11 novembre con il Ministro della Salute Roberto Speranza, ha scelto il Commissario per la distribuzione dei vaccini. L’incarico è stato affidato a Domenico Arcuri, già Commissario straordinario per l’emergenza Covid-19 e per la ripartenza della scuola.

I risultati ottenuti da Domenico Arcuri in questi due mandati, tuttavia, sono stati in alcuni casi rivedibili. È il caso, ad esempio, della realizzazione del bando per l’aumento delle terapie intensive, firmato soltanto a ridosso della seconda ondata del virus, nonché del piano di fornitura di risorse per la sicurezza degli istituti scolastici.

Arcuri commissario per il vaccino anti-Covid

La Commissione europea ha autorizzato la firma del contratto per l’acquisto di 200 milioni di dosi del vaccino contro il Covid-19 prodotto congiuntamente da Pfizer e Biontech. Il contratto prevede inoltre un opzione per altre 100 milioni provette. All’Italia, in base all’accordo, andranno fino a 40 milioni di dosi, ovvero il 13,5% del totale. Il Governo italiano vorrebbe ricevere le prime 3,4 milioni di provette nel momento in cui l’Ema autorizzererà la commercializzazione.

Pfizer e Biontech, in vista del termine della fase 3 di sperimentazione, hanno annunciato che i risultati sono molto favorevoli. L’immunità sarebbe garantita nel 90% dei casi. Per questa ragione il via libera potrebbe arrivare molto presto.