La decisione del Consiglio di Stato in merito al rinnovo delle concessioni balneari

·1 minuto per la lettura
consiglio di stato
consiglio di stato

Concessioni balneari, scaduto il termine di dicembre 2023, fissato dal Consiglio di Stato, il settore balneare tornerà alla libera concorrenza.

Rinnovo delle concessioni balneari, la decisione del Consiglio di Stato

Tutte le concessioni balneari saranno azzerate a partire dal 2024. Questa è stata la decisione del Consiglio di Stato, e non ci sarà possibilità di proroga. Tutte le concessioni demaniali dovranno considerarsi prive di effetto, indipendentemente da se via sia o meno un soggetto subentrante nella concessione”.

Rinnovo delle concessioni balneari, la capacità attrattiva del patrimonio costiero nazionale

L’Adunanza plenaria del Consiglio di Stato sottolinea che: “Il confronto concorrenziale è estremamente prezioso per garantire ai cittadini una gestione del patrimonio nazionale costiero e una correlata offerta di servizi pubblici più efficiente e di migliore qualità e sicurezza, potendo contribuire in misura significativa alla crescita economica e, soprattutto, alla ripresa degli investimenti di cui il Paese necessita.”

Rinnovo delle concessioni balneari, le parole di Salvini

Sulla questione si è espresso Matteo Salvini, che commenta: “Spiagge e mercati italiani non sono in svendita, si rassegnino i burocrati di Bruxelles e i loro complici: la Lega non ha mai permesso e non permetterà che il nostro lavoro e le nostre tradizioni vengano cancellati.”

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli