La dedica commovente della moglie di Sinisa Mihajlovic al mister

moglie mihajlovic

Il tecnico del Bologna Sinisa Mihajlovic ha lasciato tutti senza parole dopo essersi presentato in panchina al Bentegodi per assistere alla prima partita del campionato. Il mister ha eseguito a una serie di cure per combattere la leucemia. Per quell’occasione, però, aveva lasciato l’ospedale Sant’Orsola di Bologna per raggiungere Verona: lo aveva promesso ai suoi ragazzi. Negli ultimi giorni, la moglie di Mihajlovic ha dedicato al tecnico una dedica commovente su Instagram. Vediamo cosa ha scritto.

moglie mihajlovic dedica

LEGGI ANCHE: Sinisa Mihajlovic dirige l'allenamento del Bologna in vista della partita contro la Spal

La dedica della moglie di Mihajlovic

Domenica scorsa Sinisa Mihajlovic si è presentato sul campo dello stadio Bentegodi per la prima partita del campionato di Serie A. Il mister del Bologna, infatti, aveva dato la sua parola ai ragazzi e non l’ha disattesa. Fra le lacrime e gli insulti, la partita è finita in pareggio. Ma il vero protagonista è stato proprio Sinisa: la sua determinazione e il suo coraggio lo hanno reso un esempio da seguire. La moglie di Mihajlovic, Arianna, ha condiviso su Instagram uno scatto con il mister. Nell’immagine i due si stringono: nonostante la malattia, inoltre, il sorriso splende sui loro volti. Il tecnico indossa gli occhiali da sole e un cappello a coppola; lei, invece, sorride di fronte alla forza del marito. Sinisa è impegnato in una telefonata ma lascia che Arianna scatti un selfie da pubblicare sui social. Infine, la dedica: “Conta i fiori del tuo giardino, mai le foglie che cadono”. Un messaggio di speranza che lancia al marito: l’invito è quello di guardare i lati positivi anche nelle situazioni peggiori.

LEGGI ANCHE: Il wrestler Roman Reigns sostiene Mihajlovic: "Resta forte e credici"

I commenti

Sotto all’immagine di Arianna appare poco dopo il commento della figlia Virginia Mihajlović: “Siete la mia vita” scrive. Poi, Virginia ripropone lo scatto sul suo profilo aggiungendo: “Stamattina questo è stato il mio Buongiorno. Mia mamma vabbè, lo sapete già quanto è bella. Ma vogliamo parlare di mio papà?”.