La denuncia della Michelazzo: "Sono stata chiamata dalla polizia per l'esito del tampone"

·1 minuto per la lettura
Covid Eliana Michelazzo
Covid Eliana Michelazzo

Eliana Michelazzo ha rivelato che, dopo mesi dalla sua battaglia contro il Covid (da cui è finalmente guarita) per la Asl risulterebbe ancora positiva e per questo sarebbe stata fermata dalle forze dell’ordine.

Eliana Michelazzo e il Covid

Sono passati circa 6 mesi da quando Eliana Michelazzo è risultata positiva al Coronavirus ed è poi guarita. Ciononostante la showgirl, ex manager di Pamela Prati, ha dichiarato che sarebbe stata fermata dalla polizia perché, nei database della Asl, risulterebbe ancora come un caso positivo. La Michelazzo ha quindi affermato che potrebbero esserci errori nei tracciamenti del Coronavirus, poiché molte altre persone avrebbero vissuto un’esperienza simile alla sua pur essendosi sottoposti a tamponi risultati negativi dopo aver contratto il virus.

“Alle 3 di notte mentre ero in albergo sono stata chiamata in camera ed era la polizia che mi diceva che risultavo positiva al Covid e mi chiedeva l’esito del tampone. Dopo avergli fatto vedere i due tamponi negativi loro mi hanno detto che avrebbero inserito tutto nel loro database. Tuttavia, a distanza di mesi, mi hanno fermato altre volte chiedendomi di nuovo l’esito del mio tampone visto che risulto ancora positiva al Covid. Ho chiamato più volte la mia Asl ma non risponde nessuno. Sono stata abbandonata a me stessa”, ha dichiarato Eliana Michelazzo, chiedendosi come mai la Asl non abbia inserito i suoi “tamponi negativi” nei suoi database, così come le forze dell’ordine.