La denuncia di una mamma, poi le indagini dei carabinieri e la decisione del giudice

·2 minuto per la lettura
I locali dell'asilo teatro della vicenda
I locali dell'asilo teatro della vicenda

Maestra arrestata a Villafrati con accuse gravissime: secondo le risultanze di una delicata indagine l’insegnante avrebbe messo in atto maltrattamenti, urla e dato schiaffi ai bambini dell’asilo in cui lavorava. Il piccolo centro del Palermitano si è trovato al centro delle cronache nazionali quando i Carabinieri della compagnia di Misilmeri hanno dato seguito agli esiti dell’indagine “Escape Room”. Quell’indagine era partita lo scorso mese di marzo dietro agghiacciante input della denuncia presentata dalla mamma di uno dei piccoli alluni dell’asilo in questione ed ha prodotto effetti penali molto seri, dato che in casi simili si era proceduto “solo” con l’allontanamento dell’insegnante sospettata.

Maestra arrestata a Villafrati: maltrattamenti e schiaffi ai bambini dopo due mesi di indagine

E lo storico della parte dell’indagine su cui poggiano le accuse che la magistratura contesterà alla donna è comunque tremendo: urla, minacce e violenze nel corso delle giornate all’asilo e perfino percosse nei confronti dei bambini che, a detta dell’insegnante indagata, non le ubbidivano. L’inchiesta era durata poco meno di due mesi e la donna, una 46enne che risiede in provincia di Agrigento, alla fine è stata sottposta ad una misura di cautela ai domiciliari stabilita dal giudice per le udienze preliminari a cui la Procura aveva sottoposto il fascicolo.

Maestra arrestata: maltrattamenti, urla e schiaffi ai bambini, la denuncia di una mamma

Ma cosa era successo di preciso per innescare una indagine così delicata che purtroppo ha molti precedenti? Era accaduto che la madre di una piccola alunna dell’asilo aveva notato alcuni cambiamenti nel comportamento della figlia. In particolare la bambina piangeva ogni volta che le si menzionava l’asilo che stava frequentando. La madre si era perciò allarmata ed aveva sollecitato i militari a fare indagini ufficiali sottoscrivendo una denuncia di parte. E i carabinieri avevno accertato, per parte accusante, che i maltrattamenti c’erano stati, che sarebbero stati sistematici e che anche altri genitori avevano notato strani comportamenti dei loro figli, tutti di età compresa tra i due e i tre anni.

Maestra arrestata: maltrattamenti e schiaffi ai bambini dell’asilo e condotta definita “sistematica”

Ecco uno stralcio della nota stampa diramata dopo l’arresto dell’insegnante: “I successivi accertamenti hanno messo in luce la condotta sistematica dell’insegnante, consistente in reiterati atti di violenza psicologica e fisica, urla, minacce e percosse nei confronti degli alunni, tutti di età inferiore ai quattro anni. Il quadro indiziario a carico dell’insegnante, nonché l’abitualità della condotta contestata, hanno consentito al gip di Termini Imerese di applicare la misura cautelare”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli