La dieta ricca per prevenire l'Alzheimer

·2 minuto per la lettura
dieta alzheimer
dieta alzheimer

L’Alzheimer è la forma di demenza più comune nel mondo e, per prevenirla, è possibile curare l’alimentazione seguendo una dieta specifica. Vediamola nello specifico.

Dieta contro l’Alzheimer: come funziona la prevenzione?

L’Alzheimer è una malattia neurodegenerativa contro cui non esiste ancora una terapia efficace. Ciò che si sa con certezza, però, è che la malattia comincia già molto prima che compaiano i primi sintomi, perciò l’unica arma valida a disposizione è la prevenzione.

Ciò che funziona contro l’Alzheimer, infatti, è uno stile di vita sano, che comprenda sia l’attività fisica sia una dieta equilibrata e varia. Vediamo ora quale alimentazione seguire per prevenire l’Alzheimer.

Dieta contro l’Alzheimer: i cibi da evitare

Molti studi hanno dimostrato come alcuni tipi di cibi facilitino l’insorgenza della malattia, mentre altri, invece, aiutino a prevenirne la comparsa. In una dieta contro l’Alzheimer, quindi, vanno esclusi alimenti ricchi di colesterolo, grassi saturi e calorie, che contribuiscono a formare placche di beta-amiloide causando anche un danno ossidativo ai neuroni che conducono alla malattia.

Ancora, dalla dieta contro l’Alzheimer sono esclusi i superalcolici, le bevande zuccherate e tutti quegli alimenti ricchi di grassi saturi come gli insaccati, la carne rossa, i latticini e gli oli di cocco e di palma.

Dieta contro l’Alzheimer: i cibi da preferire

Ora, scopriamo quali sono invece i cibi che non devono mai mancare nella dieta contro l’Alzheimer. Il tipo di alimentazione più efficace contro la malattia neurodegenerativa è la dieta mediterranea, un’alimentazione ricca di grassi insaturi come Omega-3, Omega-6 e Omega-9. Queste sostanze diminuiscono la produzione di beta-amiloidi e aumentano invece la produzione della membrana dei neuroni e sono contenuti nel pesce, nell’avocado, nell’olio extravergine di oliva e nella frutta secca come mandorle, arachidi e noci.

Ancora, nella dieta contro l’Alzheimer non devono mai mancare gli antiossidanti come vitamina C, vitamina E e polifenoli, utili a contrastare lo stress ossidativo e la degenerazione cellulare. Ne sono ricchi gli alimenti di origine vegetale come frutta e verdura.

Infine, in sostituzione della carne rossa, si può consumare la carne bianca come pollo, tacchino e coniglio, nonché tutti quei vegetali ricchi di ferro e proteine come fagioli, piselli, ceci e lenticchie.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli