Governo Draghi a fine corsa. La crisi passa nelle mani di Mattarella

Francesco Fotia / AGF

AGI - Mario Draghi ha ottenuto la fiducia del Senato sulla risoluzione Casini. I sì sono stati 95, i no 38. Il Senato è in numero legale perché i senatori M5s erano presenti non votanti. Il centrodestra di Governo assente, FdI ha votato no.

"Chiedo che sia posta il voto di fiducia presentata dal senatore Casini" Mario Draghi aveva concluso così la sua replica al Senato. La risoluzione prevedeva una sola riga: udite le comunicazioni del premier si approva.

Il centrodestra chiedeva un nuovo patto di governo ma va rinegoziato con un accordo che segni discontinuità e che prevedesse alcuni punti tra cui l'esclusione del Movimento 5 stelle e un'agenda rinnovata.

Draghi non andra' stasera al Quirinale. Al termine del voto del Senato ha lasciato palazzo Chigi ma non si è recato al Colle. Le dimissioni attese per stasera dunque non ci sono state. Il calendario dei prossimi passaggi sarà deciso domani.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli