La ditta per cui lavora chiude per l'emergenza coronavirus: 29enne si toglie la vita

(Photo: kieferpix via Getty Images)

La ditta per cui lavorava è stata costretta a chiudere per l’emergenza coronavirus, appresa la notizia della fine della collaborazione un 29enne si suicidato. L’episodio è avvenuto a Carmagnola, nel Torinese. Il ragazzo soffriva di depressione. Il suo corpo senza vita è stato scoperto dal padre nella tromba delle scale del condominio, dove abitava con la famiglia.

Lo racconta La Stampa:

 

Sono stati gli stessi genitori a parlare con i carabinieri e a raccontare agli investigatori che quel lavoro da tirocinante iniziato 8 mesi fa aveva rappresentato una svolta per quel figlio che da tempo soffriva di una malattia subdola come la depressione. E sono stati gli stessi genitori a spiegare agli investigatori che il fatto di perdere quell’opportunità possa aver rappresentato, per il 29enne, una mazzata terribile. Tanto da spingerlo a togliersi la vita. 

Love HuffPost? Become a founding member of HuffPost Plus today.

This article originally appeared on HuffPost.