La dodicenne siriana Hend Zaza, l'atleta più giovane delle Olimpiadi, ha perso al debutto

·1 minuto per la lettura

AGI - La siriana Hend Zaza, 12 anni, l'atleta più giovane delle Olimpiadi di Tokyo, ha perso contro l'austriaca Liu Jia ed è fuori al primo turno. La dodicenne, originaria di Hama, tra le zone più colpite dalla guerra, non si è persa d'animo e dopo la sconfitta ha dichiarato: "Raggiungere le Olimpiadi di Tokyo era già un risultato. Non mi è stato chiesto di vincere, mi è stato chiesto di giocare bene e penso di aver fatto una buona performance e imparato dalla sconfitta. Spero che alle prossime Olimpiadi ci sia qualcosa di più per me".

La vincitrice Liu, 39 anni, è stata campionessa europea nel 2005, quattro anni prima che Zaza nascesse.

"Ai miei occhi ho comunque realizzato qualcosa. Di sicuro, volevo vincere e prendere una o due partite, ma spero nelle prossime Olimpiadi", ha detto l'atleta siriana. Zaza ha dovuto superare molte avversità per raggiungere le Olimpiadi, dove ha portato la bandiera siriana nella cerimonia di apertura di venerdì.

La guerra civile in Siria ha ucciso circa 500.000 persone, causato milioni di sfollati e devastato molte infrastrutture da quando è iniziata nel 2011 con la repressione delle proteste antigovernative. "Le condizioni in cui mi sono allenato in Siria erano una cosa molto dura per me, speravo in un piano d'allenamento diverso. Non avevamo questi tavoli nè questa organizzazione", ha detto Zaza. 

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli