La domanda di gomma in Europa minaccia le foreste in Africa

Secondo la Ong Global Witness, le piantagioni di alberi della gomma sono responsabili della deforestazione in Africa. La gomma non fa parte dei piani dell'Unione europea per contrastare la deforestazione.

"L'Europa è decisamente complice di tutto questo. Non sono solo le aziende e i produttori di pneumatici europei, ma anche le banche europee a sostenere la produzione di gomma", ha detto a Euronews Giulia Bondi, attivista forestale senior di Global Witness.

L'Unione europea afferma di essere alla guida della campagna per porre fine alla deforestazione con una legge, al fine di assicurarsi che le foreste non siano danneggiate dai prodotti che si consumano in Europa. Al contrario, secondo Global Witness le piantagioni di alberi della gomma si stanno invece espandendo.

L'Associazione europea dei produttori di pneumatici e articoli in gomma ha dichiarato di essere impegnata a "sostenere iniziative volte a fermare la deforestazione": "Il nostro settore, insieme ad altre parti interessate chiave, è stato attivo nell'ideare soluzioni per una catena di approvvigionamento sostenibile della gomma naturale e continuerà a farlo".

Sono in corso le trattative sul piano di deforestazione dell'Unione e in autunno è atteso il voto.

Per saperne di più guarda il video nel player.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli