La donna è ricoverata in prognosi riservata in ospedale ma il bambino per fortuna è fuori pericolo

·1 minuto per la lettura
L'ospedale Perrino di Brindisi
L'ospedale Perrino di Brindisi

Drammatico incidente domestico a Brindisi, dove una donna incinta di 8 mesi rimane folgorata sotto la doccia: il bimbo è nato con parto cesareo e sta bene, mentre per la madre, una 42enne, i medici si sono riservati la prognosi. Secondo quanto riportano i media locali è accaduto tutto in pochi attimi all’interno di un’abitazione nei pressi del Circolo Tennis a Mesagne, in provincia di Brindisi.

Donna incinta folgorata sotto la doccia: era in casa della madre con il marito

Al momento del drammatico incidente la donna si trovava in casa della madre, dove con lei in quel momento erano presenti anche il marito con alcuni parenti. E le cause di quella improvvisa scarica di corrente quasi fatale per madre e nascituro? I media parlano di “una dispersione di corrente nelle tubature o una manovra sbagliata” che avrebbero provocato la folgorazione.

Donna incinta folgorata sotto la doccia, l’allarme e la corsa in ospedale

Sta di fatto che il marito, sentendo le urla, ha dato subito l’allarme. Un’ambulanza del 118 è arrivata a razzo e la vittima è stata trasportata di gran carriera e ricoverata all’ospedale Antonio Perrino di Brindisi. Lì i medici, dopo un breve screening, hanno deciso di indurre il parto con un cesareo.

Prognosi riservata per la donna folgorata sotto la doccia e incinta: il bambino è nato e sta bene

La donna e il piccolo sono tutt’ora ricoverati al Perrino: per la puerpera, che è degente in rianimazione, i medici si sono riservati la prognosi, mentre il bimbo non è pericolo di vita. Gli accertamenti su cause e dinamiche esatte del brutto incidente domestico sono stati affidati agli agenti del locale Commissariato di Polizia.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli