La E-Type compie 60 anni, Jaguar presenta 12 esemplari speciali

webinfo@adnkronos.com (Web Info)
·2 minuto per la lettura

La prima vettura, una coupé, arrivò a Ginevra all'ultimo minuto, ma fu subito chiaro che era 'nata una stella', così da Coventry fu subito chiamato al Salone un secondo modello, una roadster, che approdò sulle rive del Lago Lemano dopo un avventuroso viaggio notturno, attraverso l'Europa. Fu questo il debutto della Jaguar E-Type, nel marzo 1961 e oggi, per celebrare i 60 anni del modello, il marchio britannico ha deciso di rimettere in produzione una delle sue auto più iconiche, con sei coppie di esemplari in edizione limitata basate su E-type 3.8 restaurate e ispirate proprio agli esemplari targati “9600 HP” e “77 RW” protagonisti del lancio al Salone di Ginevra.

A portare avanti l'operazione è il dipartimento Jaguar Classic che conferma l'attività di recupero dell'eredità storica del marchio, che in questi anni si è specializzato in eccezionali progetti di restauro, come quelli per le E-type Reborn, e nella costruzione di vetture New Original Jaguar Continuation, come la Xkss, la C-Type e la D-Type.

Nel caso delle E-type 60 Edition (che dovranno essere acquistate in coppia, coupé e roadster, a un prezzo non comunicato ma verosimilmente impegnativo) sono state recuperate colorazioni esclusive ribattezzate a seconda delle indicazioni ricevute sessant'anni fa: Grigio Flat Out (ovvero 'a tutto gas' come fu la guida del collaudatore Norman Dewis) per la coupé e verde Drop Everything ('molla tutto' come il messaggio dato al responsabile pubbliche relazioni Bob Berry) per la roadster. Ispirate agli originali colori del 1961 queste tinte non verranno utilizzate per nessun’altra Jaguar, assicura la casa di Coventry.

Molti i dettagli stilistici che rendono riconoscibili le 'nuove' E-Type, dal logo commemorativo sul cofano al tappo del serbatoio, dalle piastre del telaio al quadrante dell’orologio nel contagiri, per finire con il volante in faggio chiaro con un pulsante del clacson in oro a 24 carati. A richiamare le celebri progenitrici le incisioni sulle console centrali opera dell’artista King Nerd, in cui si celebrano i viaggi intrapresi nel 1961.

Dal punto di vista meccanico, le novità più importanti riguardando il sistema di accensione elettronica e il cambio manuale appositamente sviluppato a cinque velocità con rapportatura corta, elementi che rendo più fruibili nella guida quotidiana i 265 cavalli dell'originale sei cilindri XK da 3,8 litri, che beneficia di un autentico radiatore di lega in stile 1961. Altra 'concessione' alla modernità, il Jaguar Classic Infotainment System con navigatore satellitare e connettività Bluetooth.

Per i fortunati clienti, poi, Jaguar ha predisposto un viaggio che nell’estate del 2022, porterà sei proprietari e i loro passeggeri da Coventry a Ginevra in modo da rivivere con la E-type le emozioni del passato.