La famiglia israeliana di Eitan farà ricorso contro il ritorno in Italia

·1 minuto per la lettura

AGI - La parte israeliana della famiglia di Eitan Biran, il bambino di 6 anni unico sopravvissuto della strage della funivia del Mottarone, ha fatto ricorso alla corte di appello per bloccare il ritorno in Italia del bambini: è quanto si legge sulla stampa israeliana.

Questa settimana, la giustizia italiana ha emesso un mandato di arresto internazionale per il nonno che aveva portato Eitan in Israele su un jet privato lo scorso settembre. Il mese scorso, un tribunale israeliano ha stabilito che il bambino tornasse dai suoi parenti in Italia, poichè si tratta del "luogo della sua normale residenza".

Ha anche ordinato a suo nonno, Shmuel Peleg, che lo aveva portato in Israele contro la volontà dei suoi familiari in Italia, di pagare circa 20.000 dollari di spese e parcelle legali. Parlando ai giornalisti fuori dall'aula, l'avvocato di Peleg, Ronen Dalyahu, ha previsto che la corte si pronunci "nei prossimi giorni". 

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli