La famiglia Sacchi: Luca con la droga non c'entra

Roma, 30 ott. (askanews) - Continuano le indagini sull'uccisione di Luca Sacchi, morto a Roma a 24 anni, ucciso a Colli Albani mercoledì 23 ottobre da due giovani con un colpo alla testa mentre era con la sua fidanzata Anastasia. La ragazza negli ultimi giorni si è allontanata dalla famiglia di Luca. La dinamica dell'assassinio è ancora oscura; il padre di Luca ha tenuto una conferenza stampa nella capitale e il suo avvocato, Luca Salice, chiarisce la posizione della famiglia:

"Dalla conferenza stampa appena terminata è emerso il dolore di un padre. Il padre ha ribadito che la famiglia vede Anastasia come una figlia e si augurano che non c'entri nulla, perché altrimenti al dolore si aggiungerebbe dolore. Quanto alla droga, che gli assassini di Luca abbiano contatti con lo spaccio è assodato, ma nulla c'entra questo con la famiglia Sacchi che rimane estranea ad ogni logica criminale. Gli esami tossicologi effettuati su Luca Sacchi prima in ospedale e poi all'autopsia hanno dato esito negativo".