La Fashion Week Milano 2020 è pronta ad iniziare: 56 le sfilate in programma

fashion week milano 2020

La Fashion Week Milano 2020 si terrà a partire dal 18 febbraio per quanto riguarda la sua versione autunno/inverno. Come ogni altra circostanza simile, anche stavolta saranno protagoniste alcune delle griffe di alta moda più famose a livello nazionale e internazionale, con numeri che assumono proporzioni sempre più ampie. Fino al 24 febbraio, il capoluogo lombardo sarà una sede all’insegna del miscuglio tra numerosi stili in grado di dettare le prossime tendenze in materia di abbigliamento e non solo.

Fashion Week Milano 2020

Anche stavolta la Fashion Week Milano sarà davvero imperdibile grazie ad una sequenza infinita di eventi tutti da scoprire. Si parla di un totale di ben 188 appuntamenti, con 96 presentazioni da parte delle varie marche e 56 sfilate di moda. Non mancheranno gli eventi di contorno sulla cultura e sulla società per raccontare un mondo che sta cambiando con una certa velocità. Ovviamente, le collezioni che saranno mostrate al pubblico durante la Fashion Week susciteranno tanta curiosità agli operatori di settore.

Le nuove collezioni

Sempre più brand di alta qualità scelgono di mostrarsi ai propri potenziali clienti in occasione di un’iniziativa fuori dal comune come la Fashion Week Milano. Ci saranno gli esordi di Vien, Gilberto Calzolari e Ports 1961, che proporranno la loro prima sfilata. Al tempo stesso, Patrizia Pepe, Moon Boot e Giordano Torresi saranno presenti per la prima volta in assoluto. Vanno segnalati anche i ritorni di Philipp Plein e Moncler, oltre alla prima collezione uomo di Agnona e all’introduzione di ulteriori maison che mostreranno sfilate riservate ad entrambi i sessi. In quest’ultima categoria, vanno annoverate Versace, Boss, Antonio Marras, Fila e Missoni, ma la lista sarebbe molto più lunga.

La Camera Nazionale della Moda Italiana, nell’organizzazione della Fashion Week Milano 2020, non ha lasciato in secondo piano il desiderio di puntare su una forte ecosostenibilità. Tutto ciò si denota già dalla modalità di realizzazione del Fashion Hub, per la quale sono stati riciclati vecchi supporti di eventi precedenti e strutture di allestimento. L’obiettivo è quello di ridurre al minimo possibili sprechi per non creare impatti poco positivi sull’ambiente circostante, tramite l’uso di carta interamente riciclata, di una moquette ripresa dal passato e di colori introdotti ad acqua. Infine, la plastica non sarà minimamente adoperata.

Il sostegno alla Cina

A causa del Coronavirus, la Cina sta passando un momento davvero delicato. La moda locale non potrà essere presente in maniera fisica alla Fashion Week Milano 2020, ma comunque gli esperti del paese orientale potranno seguire una simile esperienza. Infatti, ci saranno highlight, live streaming e numerosi tipi di contenuti per fare in modo che la Cina possa sentirsi parte integrante di un autentico progetto. Saranno presenti otto marchi cinesi emergenti, grazie al progetto Sino-Italian Fashion Town organizzato da Chic Group. Sarà un’occasione imperdibile per numerosi talenti del settore per farsi notare da un vasto pubblico, nonostante una partecipazione che si concretizzerà solo tramite un sistema virtuale.

Come seguire la Fashion Week

La Fashion Week Milano 2020 sarà trasmessa in streaming sul sito internet cameramoda.it, oltre che ovviamente su Facebook, Instagram e Twitter per rafforzare l’ormai essenziale componente social. Non mancheranno fotogallery e streaming mediante l’apposita app per dispositivi mobili della Camera Nazionale della Moda. Inoltre, all’evento sarà dedicato il fashion film Behin di Curtain, con tutto ciò che succede dietro le quinte prima dell’inizio della passerella vera e propria.