La fidanzata di Mattia Caruso ha confessato l'omicidio

Mattia Caruso Valentina Boscaro
Mattia Caruso Valentina Boscaro

La fidanzata di Mattia Caruso, Valentina Boscaro, ha confessato di aver ucciso a coltellate il 30enne. Il giovane era stato trovato agonizzante ad Albano Terme.

Omicidio Mattia Caruso, la fidanzata confessa: “L’ho ucciso con il suo coltello”

La fidanzata di Mattia Caruso, Valentina Boscaro, dopo essere di nuovo stata sentita per ore, ha confessato ed è stata sottoposta ad un provvedimento di fermo da parte dei carabinieri del comando di Padova. Il giovane è stato trovato agonizzante ad Albano Terme ed è morto la notte di domenica 25 settembre in ospedale. Inizialmente i sospetti si erano concentrati su un uomo non ancora identificato, ma la versione della fidanzata era subito apparsa lacunosa. La ragazza alla fine ha confessato: «L’ho ucciso con il coltello a serramanico che aveva sempre con sè».

Le perplessità riguardavano il racconto degli ultimi attimi di vita di Mattia, che sabato sera si sarebbe allontanato lasciando la fidanzata sola in macchina per poi tornare qualche minuto dopo, riuscire a percorrere qualche metro alla guida prima di accasciarsi a terra, dove è stato trovato ferito al petto. Il 31enne è morto al pronto soccorso di Padova, per aver perso troppo sangue a causa di un colpo fatale al cuore.

I dubbi e l’uomo misterioso: le ipotesi iniziali

Alcuni dettagli non hanno mai convinto gli investigatori, soprattutto il fatto che la ragazza non si sarebbe accorta che Mattia era gravemente ferito e che stesse perdendo molto sangue. Inizialmente si è parlato di un uomo misterioso, per cui le ipotesi riguardavano un eventuale regolamento di conti per questioni legate allo spaccio di droga e si parlava anche di un uomo misterioso che avrebbe potuto compiere il delitto. In realtà, la verità è ufficialmente venuta a galla dopo diversi interrogatori, alla fine dei quali la fidanzata di Mattia ha confessato.