La fidanzata di Provenzano: "Ora basta, lasciateci in pace"

(foto Facebook)

Due settimane fa aveva perso il controllo della sua auto viaggiando a forte velocità lungo l'autostrada A29 all’altezza dello svincolo di Alcamo. A causare lo schianto lo stato di alterazione, causato dall'assunzione di cocaina, e l'utilizzo del telefonino con il quale era stava registrando una diretta Facebook. Da ieri il 34enne Fabio Provenzano, che nell'incidente ha perso i due figli di 13 e 9 anni, è uscito dal coma farmacologico ed è cosciente. Per il momento la prognosi resta riservata anche se i medici di Villa Sofia di Palermo dicono che "è fuori pericolo".

LEGGI ANCHE: Incidente di Alcamo, Provenzano si risveglia dal coma indotto

E mentre l'uomo è indagato dalla procura di Trapani per omicidio stradale con l'aggravante dell'abuso di sostanze stupefacenti durante il fatto, la fidanzata Valeria Vivona ne prende le difese attraverso una lettera inviata a PartinicoLive.it: "Nessun genitore vuole il male dei suoi figli - scrive -, Fabio quella sera non era drogato come tutti dite, Fabio non ha mai voluto uccidere i suoi figli, Fabio viveva per loro. Ora lasciateci in pace".

LEGGI ANCHE: Morto anche il secondo figlio dell'uomo che si è schiantato dopo aver assunto cocaina

Valeria Vivona non ci sta e nella lettera si sfoga dopo l'esito dei risultati dei test tossicologici che hanno confermato che quella sera il 34enne era sotto l'effetto della cocaina. "Finora non ho parlato - scrive - e non ho risposto a nessun insulto o nessun commento cattivo, perché l ultimo dei miei pensieri eravate voi! Adesso dico basta! Dico basta al mondo intero, dico basta ai giornali dico basta alla cattiveria! Sono 10 anni che sto con Fabio... Lui amava i suoi bambini, come un genitore sa amare i suoi figli"

"I giornali hanno approfittato facendo scandalo! Ma chi realmente sa la verità. Neanch'io la so... So solo che abbiamo sofferto come solo Dio sa! So che riporteremo questo tragico incidente a vita. So che quando lui saprà morirà dentro e per sempre!", continua. "Siamo esseri umani e tutti sbagliamo, tutti. Nessuno e dico nessuno ha diritto di giudicare!"

LEGGI ANCHE: L'uomo che ha avuto un incidente mentre faceva una diretta Facebook era sotto effetto di droga

"I giornali fanno il loro lavoro ma non sempre dicono o spiegano ciò che è vero! Test positivo al 2 livello significa altro ma visto che siete così bravi a leggere fate come ho fatto io... Fate una ricerca su Google e vedete cosa significa", sottolinea. "Il dolore della mamma, il dolore mio, il dolore degli zii, dei nonni, sarà come quello che proverà lui quando si sveglierà. Adesso per favore lasciateci in pace perché abbiamo già abbastanza dolore e rabbia dentro! Il sogno di Fabio e di Francesco era di venire a vivere con noi, non facevano altro che dirmi 'non vedo l'ora che vi sposate ed io vengo qui' e come tutti ben sanno le mie porte erano aperte per tutti. Perché i grandi siamo grandi ma i bambini non hanno nessuna colpa", conclude.

VIDEO - Incidenti stradali, numeri drammatici per i giovani