La figlia di Adriano Celentano ha detto di avere perso molto tempo nella vita

·2 minuto per la lettura
rosalinda celentano
rosalinda celentano

Rosalinda Celentano, nel corso della sesta puntata di Ballando con le Stelle, talent show in cui è concorrente al fianco di Tinna Hoffman, ha rivelato a cuore aperto alcuni retroscena della sua vita. La figlia di Adriano Celentano, in particolare, ha ammesso di avere vissuto diversi momenti bui. Ora, però, è felice, nonostante si definisca ancora una “anima tormentata“.

GUARDA ANCHE - Polemica su “Ballando”

Rosalinda Celentano: “Ho temuto la vita”

I momenti negativi, nella sua vita, sono stati talmente tanti da perdere la voglia di vivere. A raccontarlo è Rosalinda Celentano stessa, che ha rivelato di essere adesso una persona diversa, anche grazie alla sua partecipazione a Ballando con le Stelle. Il talent show le ha infatti dato una buona possibilità per rimettersi in gioco.

Arrivata allo spareggio contro la coppia composta da Vittoria Schisano e Marco De Angelis ha perciò ammesso che sarebbe dispiaciuta se lei e la partner Tinna Hoffman fossero eliminate. I risultati della sfida, tuttavia, si avranno soltanto nella prossima puntata.

Ho sempre temuto molto la vita. Esiste il mal di vivere. C’è stata una parentesi durata un anno in cui mi sentivo emarginata anche da me stessa. Non amarsi e non vedere se stessi porta alla catastrofe. L’amore porta sempre alla costruzione di qualcosa di buono. Dura un centimetro la vita. In questo momento mi dispiacerebbe morire, cosa che fino a due anni fa no“, ha spiegato.

Poi ha chiesto ancora una volta di non essere etichettata. L’amore è infatti l’unica cosa che conta, secondo lei, nella vita: “Il mio corpo viene spostato dall’amore, che l’amore sia un gruppo di persone, un uomo, una donna o l’acqua è sempre un sentimento. È la condivisione, l’abbraccio che mi sposta. Il resto, posso dirlo, sono tutte stron*ate. Io sono un’anima tormentata e va bene se questo poi porta a delle rinascite, a volare. Fino a tre mesi fa ero un blocco di marmo. Per uscire dal blocco bisogna avere la consapevolezza che parte tutto da noi. Si può andare avanti, rimanere ferme o andare indietro. Andare indietro vuol dire morire“.