Stoltenberg: "La Russia non ha raggiunto i suoi obiettivi strategici. Kiev può vincere la guerra con Mosca"

no credit

AGI - La Finlandia chiederà di entrare nella Nato. Lo ha annunciato il presidente finlandese Sauli Niinisto, insieme alla premier Sanna Marin in conferenza stampa. "Abbiamo raggiunto oggi un'importante decisione, speriamo che il Parlamento confermi la decisione di fare domanda per l'adesione alla Nato nei prossimi giorni. In Finlandia abbiamo ancora davanti a noi un processo parlamentare ma ho fiducia che il Parlamento lo dibatterà con determinazione e responsabilità". Lo ha affermato la premier finlandese Sanna Marin.

Percorso breve e senza intoppi

"È nel nostro interesse che il processo di adesione alla Nato sia il più breve possibile e senza intoppi", ha continuato Marin sottolineando che non è arrivata "nessuna indicazione nella nato che ci saranno problemi".

"Non avremmo fatto questa scelta se non avessimo pensato che avrebbe rafforzato la nostra sicurezza nazionale: la minaccia nucleare è molto seria ma non si può isolare a una sola regione - ha aggiunto la premier -. Penso che essere all'interno della Nato ci darà sicurezza perché anche la Nato ha armi nucleari e ci sarebbe una risposta se la Russia le usasse, quindi questa decisione ci rafforza, non ci indebolisce".

"Siamo pronti a diverse azioni di Mosca"

"Siamo preparati a diversi tipi di azioni russe, non ce le auguriamo, ma siamo preparati e ci stiamo preparando da questa primavera. Quando guardiamo alla Russia, la vediamo molto diversa da come la vedevamo solo pochi mesi fa. Tutto è cambiato - ha spiegato Marin - quando ha attaccato l'Ucraina e personalmente penso che non possiamo più fidarci del fatto che ci sarà un futuro pacifico vicino alla Russia da soli. Ed è per questo che stiamo prendendo questa decisione di aderire alla Nato, perché non ci sia mai più la guerra in Finlandia".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli