'La forma e la mente' di Vincenzo Satta in mostra a Cagliari

webinfo@adnkronos.com

A partire dal 6 novembre, giorno in cui prende il via la IV edizione del Festival Bianco e Nero di Cagliari, rassegna che coniuga arte, ambiente e cultura, lo Spazio Search (largo Carlo Felice, 2) ospita la mostra 'La forma e la mente' di Vincenzo Satta. Per la prima volta vengono esposte a Cagliari oltre 70 opere su carta realizzate dal pittore nuorese in 40 anni di attività. Un viaggio mentale, un diario intimo, privato e segreto che si è evoluto per decenni in parallelo con i dipinti su tela. La mostra, curata dagli storici dell’Arte Maria Dolores Picciau, che è anche direttrice del Festival, e Claudio Cerritelli, resterà aperta al pubblico sino al 10 dicembre.  

"Si tratta di opere alle quali Satta è particolarmente legato - spiega Picciau, che ha anche curato il catalogo della mostra - e rappresentano un immaginario variegato. C’è un turbinio di filamenti che assomigliano a grafie e seguono il ritmo di una melodia. In altre tutto è travolto dal piglio del gesto velocissimo, di emotività pressante, presente, incalzante". "Alcune ricordano scritture dove il carattere dei tratti è marcato in modo ancora più evidente - aggiunge -passando dalle traiettorie libere del segno agli eleganti tracciati arabescati. Se da un lato Satta usa leggeri tocchi di inchiostro che si allargano in vistose campiture, dall’altra nella raffigurazione mette in primo piano singole cromie tremanti. In altre opere, invece, l’ordito di bande e punti ricorda uno spartito musicale".  

"Una sinfonia di suoni orchestrata con l’alternarsi di linee curve e rette, ispirate dalla musica - spiega ancora Picciau - Le note lo aiutano a trasformare l’arte in esperienza mistica, a rappresentare l’armonia dei suoni, scandire i ritmi dei disegni, a posizionare i singoli elementi, ora separati, ora parte integrante della creazione di un immaginario che assume significati diversi e che ci presenta chiavi di lettura diversificate". L’inaugurazione-anteprima della mostra si tiene il 6 novembre (ore 18) nello Spazio Search di Cagliari alla presenza dell’artista e con l’assessore alla Cultura del Comune di Cagliari Paola Piroddi, la direttrice del Festival Maria Dolores Picciau e lo storico dell’Arte Claudio Cerritelli.