La foto di Jacquemus da bambino cela un messaggio importantissimo per tutti noi

Di Anna Zucca
·3 minuto per la lettura
Photo credit: Pascal Le Segretain - Getty Images
Photo credit: Pascal Le Segretain - Getty Images

From ELLE

Ex enfant prodige della moda francese e oggi stilista affermato, che può addirittura vantare un abito della sua collezione Autunno Inverno 2020 2021 tra le opere d'arte esposte al Musée des Arts Décoratifs di Parigi. Simon Porte, in arte Jacquemus, crea in nome della libertà e della poesia, nella vita e nella moda, e ce lo ha dimostrato ancora una volta con un nuovo messaggio potentissimo su Instagram. Nell'annus horribilis 2020, Simon Jacquemus ha fatto posare la nonna per il proprio brand, via FaceTime tra l'altro, così come hanno fatto per lui Bella Hadid e Barbara Ferreira, ha da poco lanciato la sua capsule collection dedicata all'amore per il rosa "Do you love pink?", e in tutto questo ha appena compiuto (solo) 31 anni. Proprio per celebrare il superamento dei 30, lo stilista ha pubblicato una foto di sé bambino: taglio biondissimo a scodella, occhi chiusi e sorriso stirato di quando si cerca di trattenere a più non posso un istante di felicità.

Il piccolo Simon sta abbracciando un amico in un giorno assolato di parecchi anni fa, in un cortile di paese tra Avignone e Marsiglia, dov'è nato e che ha lasciato presto per inseguire i suoi sogni nella capitale francese. Già allora Simon trovava ispirazione nella moda, tant'è che a 7 anni ha tagliato una tenda di lino realizzando un abito per la madre Valerie, lo stesso a cui si è ispirato per L’année 97, il vestito in mostra a Parigi. Ed è proprio grazie a sua madre, eterna musa a cui ha dedicato tutta la sua carriera (compreso il nome del suo brand, il suo cognome da nubile), che Simon Jacquemus ha potuto esprimere se stesso, fin da piccolo. Nella foto Simon indossa un vestito rosa, maniche lunghe e gonna fino alle ginocchia.

"Mia madre mi lasciava sempre indossare vestiti, gonne, tutto quello che volevo, e agire liberamente, mi ha insegnato a credere in me stesso. 31 anni oggi e mi sento ancora così. LIBERO." scrive sotto allo scatto, lanciando un messaggio potentissimo, di come amore e libertà vadano di pari passo. Nei racconti dello stilista, sua madre, venuta a mancare quando Simon aveva 19 anni, ha sempre praticato l'arte della libertà, incoraggiandolo a essere se stesso, sapendo che quella è l'unica via per essere felici, creativi, senza catene.

Simon Jacquemus, in un post Instagram precedente, ripercorreva il loro profondo rapporto: "Ho passato la mia infanzia dormendo nel suo letto, piede contro piede. Ho passato la mia infanzia camuffandomi con lei. Ho passato la mia infanzia ad arredare la casa quando lei andava al supermercato. Ho passato la mia infanzia dandole i suoi sciroppi a notte fonda. Ho passato la mia infanzia a ridere e piangere tra le sue braccia. Ho passato la mia infanzia a ballare con lei sul divano ascoltando a voce alta Marie La Forêt. Ho passato la mia infanzia con le sue gonne, i suoi vestiti e i suoi tacchi. Ho passato la mia infanzia sognando che tutto era possibile". E grazie a lei, tutto è stato possibile.