La Francia fustiga l’Italia: “Rispetti gli impegni” sui migranti

Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 9 nov. (askanews) - Sono passati quasi venti giorni da quando più di 200 migranti sono rimasti bloccati a bordo della nave Ocean Viking e mentre SOS Méditerranée ha chiesto alla Francia di assegnare un porto alla nave il prima possibile, il portavoce del governo francese Olivier Véran ha chiesto all'Italia di "svolgere il suo ruolo e rispettare i suoi impegni europei".

Invitato su France Info, Véran ha ricordato che "questa nave si trova attualmente nelle acque territoriali italiane". Tuttavia, ha proseguito, "ci sono chiare regole europee accettate dagli italiani che sono, di fatto, i primi beneficiari di un meccanismo europeo di solidarietà finanziaria".

Il portavoce del governo francese ha castigato "l'attuale atteggiamento del governo italiano" e il suo "rifiuto di far attraccare questa nave". "È inaccettabile", ha detto.

La scorsa settimana, il ministro francese della Solidarietà, Jean-Christophe Combe, ha ritenuto che fosse entrata in gioco una "questione di umanità" e che la Francia fosse "pronta" ad accogliere i migranti. "Dobbiamo avere un porto in Europa o in Francia che possa ospitarli", aveva detto su France Info il 4 novembre. Più cauto, stamattina Olivier Véran ha precisato: "Nessuno lascerà che questa nave corra il minimo rischio. Stiamo monitorando la situazione minuto per minuto".