La Francia profonda che teme lo straniero

Insieme al collega Bertrand Enjalbal, giornalista del sito Rue89-Lyon, euronews prosegue il suo viaggio profondo nella Francia ormai nel pieno delle elezioni presidenziali. Un pensionato del Beaujolais nota la desertificazione culturale della sua regione e teme i massicci ingressi di migranti. Una visione realistica della realtà?

A 71 anni Alain Peulet è originario di Bourg-en-Bresse (Ain). Ufficiale di marina mercantile ha attraversato tutti i mari del mondo fino alla pensione nel 2000. Da allora si è ritirato nella campagna del

Beaujolais. Per lui la Francia oggi va male e il nuovo Presidente della Repubblica dovrà prendere il toro per le corna.

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità