La frase è stata denunciata dall'Arcigay del comune lombardo

·1 minuto per la lettura
Striscione omofobo contro Casalino
Striscione omofobo contro Casalino

Uno striscione omofobo indirizzato al portavoce del presidente del Consiglio, Rocco Casalino, è stato esposto in piazza Montegrappa a Varese durante le ormai note proteste contro il dpcm varato dal governo. “Nuovo Dpcm. Casalino ric…one Conte il suo pappone”, queste le ignobili parole rivolte al collaboratore del presidente e fortemente denunciate dall’Arcigay di Varese.

Striscione omofobo contro Rocco Casalino

Anche il presidente dell’associazione locale LGBTI+, Giovanni Boschini, ha criticato l’episodio sul sito Arcigay.it affermando di essere rimasto stupito dal fatto che il drappo sia rimasto esposto per diverso tempo “nella completa indifferenza della piazza”. “Democratiche e legittime proteste di piazza – dice Boschini – non possono trasformarsi nell’ennesimo attacco violento all’orientamento sessuale delle persone. I commercianti e le persone che esprimono il proprio dissenso civilmente non dovrebbero mischiarsi a certe manifestazioni e dissociarsi con forza e convinzione da questi accaduti”.

Secondo quanto riportato da Today.it, in piazza a Varese il 27 ottobre ci sarebbero state molte persone intente a protestare contro il dpcm, ma anche contro la dittatura sanitaria e l’uso della mascherina. Nessun distanziamento sociale sarebbe stato rispettato e inoltre molto eterogenea sarebbe stata la composizione della piazza divisa tra commercianti, ultras da stadio e movimenti di estrema destra.