La furia dell'uomo contro la donna e gli agenti

·2 minuto per la lettura
Polizia
Polizia

Un ragazzo romano di 26 anni, armato di martello, ha picchiato con calci e pugni la porta di casa della ex compagna. Quando ha visto arrivare i poliziotti ha scatenato la sua furia contro di loro. Ha staccato a morsi il dito di un poliziotto. Sono stati momenti di terrore a Marino, alle porte di Roma.

Stacca il dito ad un poliziotto

Sono dovute intervenire due volanti della polizia per riuscire a riportare la calma e arrestare l’aggressore. L’accusa è di violenza, aggressioni e lesioni a pubblico ufficiale. La prima richiesta di intervento è partita quando l’uomo ha tentato di forzare la porta di casa della sua ex compagna, da tempo vittima di violenze. La donna, barricata in casa, è riuscita a chiamare aiuto. Dopo poco sono arrivati due agenti, ma l’aggressore si è scagliato contro di loro. Ha afferrato la mano di un poliziotto e gli ha staccato un dito a morsi. Quando i sanitari del 118 sono arrivati sul posto hanno medicato l’agente, sotto choc, e hanno recuperato parte del suo dito. Intanto, sono arrivate due volanti della polizia per procedere con una lunga trattativa per riuscire a riportare la calma. Per il 26enne sono scattate immediatamente le manette.

Secondo quanto riportato dagli investigatori, la donna era da tempo nel mirino dell’ex fidanzato. La sua violenza è ciò che ha spinto la donna ad allontanarsi da lui. “Da quando l’ho lasciato è diventato sempre più aggressivo. Avevo paura ecco perché lo avevo denunciato” ha spiegato la donna. Una situazione davvero molto pesante e tesa, che fino a ieri, 14 marzo, non era ancora sfociata in violenza fisica. I due agenti feriti sono stati portati in codice rosso all’ospedale e per il poliziotto che ha perso il dito le prossime ore saranno decisive, per via di un delicato intervento chirurgico. Per il collega i giorni di prognosi sono 25.