La Gastroenterologia del Gemelli tra le prime 3 al mondo

Redazione
·2 minuto per la lettura

ROMA (ITALPRESS) - La Fondazione Policlinico Universitario Agostino Gemelli IRCCS sale sul podio della sanita' mondiale grazie alle performance della Gastroenterologia, piazzatasi al terzo posto al mondo nella classifica dei 'Migliori ospedali specializzati del mondo 2021', stilata dal settimanale americano "Newsweek"

(https://www.newsweek.com/worlds-best-specialized-hospitals-2021/ga stroenterology). Una classifica che vede in testa giganti del calibro della Mayo Clinic di Rochester (Minnesota, Usa) e del Mount Sinai Hospital di New York, seguiti a ruota dallo straordinario terzo posto della Medicina Interna e Gastroenterologia del Policlinico Universitario A. Gemelli IRCCS.

"Aver appreso della classifica pubblicata da 'Newsweek', un evento che in autunno tutti aspettano, perche' svela i migliori 100 centri al mondo nelle varie specialita' - commenta il professor Antonio Gasbarrini, Ordinario di Medicina Interna all'Universita' Cattolica del Sacro Cuore e Direttore del Dipartimento di Scienze Mediche e Chirurgiche presso la Fondazione Policlinico Universitario A. Gemelli IRCCS, Roma - e' stato per noi motivo di enorme orgoglio. Viene premiata la gastroenterologia, che in realta' rappresenta il mondo di tutti coloro che si occupano di apparato digerente, fatto di clinici, chirurghi, ecografisti, endoscopisti, radiologi, anatomo-patologi, tutto quello che insomma sta intorno a un grande ospedale come il nostro, che e' un'eccellenza assoluta per quanto riguarda l'apparato digerente.

Ci ha sopresi piacevolmente il fatto di esserci classificati davanti ai grandi centri americani quali il Massachusetts General Hospital, la Johns Hopkins o la Cleveland Clinic, ma anche davanti a tutti i grandi centri europei, dalla Charite' di Berlino, al King's College, e ai grandi centri dell'Asia-Pacifico. Siamo primi in Europa e veniamo prima anche di tutti i Paesi asiatici, che stanno mostrando delle eccellenze mondiali. Tutto cio' ci riempie di soddisfazione" prosegue Gasbarrini.

"E il merito di questo successo va anche a quei giovani che si stanno facendo valere sia sul versante accademico che, come dimostra questa classifica, anche sul piano assistenziale. Uno speciale ringraziamento va anche alla Fondazione Roma e al suo visionario Presidente Onorario, il professor Emmanuele Emanuele, per aver contribuito in maniera significativa alle innovative attrezzature tecnologiche che hanno fatto grande la nostra Gastroenterologia. Infine, siamo davvero contenti del risultato conseguito da un centro italiano perche' dimostra che il nostro Servizio Sanitario Nazionale e Regionale e' in grado di offrire, almeno in quest'area della medicina, una qualita' clinica uguale, se non superiore, a quella dei grandi centri statunitensi, che hanno un modello completamente diverso, che non permette a tutti di avere accesso alle cure" ha concluso.

Menzione d'onore anche per la Neurologia e l'Endocrinologia e Diabetologia del Policlinico A. Gemelli che si sono fatte onore, piazzandosi tra le prime 40 al mondo nelle rispettive classifiche 'best specialized hospitals 2021' di "Newsweek" (33° posto per la Neurologia,

https://www.newsweek.com/worlds-best-specialized-hospitals-2021/neu rology e 39° posto per l'Endocrinologia, https://www.newsweek.com/worlds-best-specialized-hospitals-2021/end ocrinology ).

(ITALPRESS).

pc/com