La Germania acquista 200 mila dosi del mix di anticorpi dato a Trump

·2 minuto per la lettura

AGI - La Germania sarà il primo Paese europeo a usare lo stesso cocktail sperimentale di anticorpi, che si ritiene sia stato usato dall'ex presidente Usa, Donald Trump, per curarsi dal Covid-19. Lo ha annunciato il ministro della Salute, Jens Spahn. 

"Il governo ha comprato 200 mila dosi per 400 milioni di euro", ha dichiarato Spahn a Bild am Sonntag. Un costo di 2 mila euro a dose. La cosiddetta cura con anticorpi monoclonali verrà messa a disposizione di ospedali universitari nelle prossime settimane, secondo quanto reso noto dal ministro, sottolineando che la Germania sarà "il primo paese Ue" a usarla nella lotta alla pandemia

Spahn non ha specificato il produttore del trattamento, ma ha confermato che è lo stesso che è stato somministrato a Trump, quando si ammalò a ottobre.

Intervistato dall'AGI, il farmacologo Silvio Garattini spiega il significato dell'operazione del governo tedesco. "La Germania ha fatto bene ad acquistare le dosi del cocktail di anticorpi monoclonali che probabilmente è stato usato per curare il presidente Trump, ma ovviamente senza il parere positivo dell'Ema potrà essere utilizzato solo per scopi di ricerca". Il professor Garattini, presidente e fondatore dell'Istituto di ricerche farmacologiche 'Mario Negri', chiarisce quindi che per ora la cura che avrebbe guarito Trump potrà essere usata solo per scopi di ricerca. 

"Certamente gli anticorpi monoclonali sono prodotti che non agiscono in modo preventivo come i vaccini ma in alcuni stadi della malattia - spiega Garattini - sono utili a curare il Covid, visto che non ci sono altri rimedi. Sono le uniche armi che abbiamo a disposizione - aggiunge - e di questi cocktail ce ne sono molti attualmente allo studio. Anche in Italia, a Siena, dove un gruppo guidato da Rino Rappuoli sta conducendo ricerche che stanno dando risultati incoraggianti".

(articolo aggiornato alle ore 15:40)