La Germania sconsiglia i viaggi in Alto Adige per paura del coronavirus

Il ministero degli Esteri tedesco "sconsiglia" viaggi in Alto Adige dopo che il Robert Koch Institut ha dichiarato la regione italiana come "zona a rischio". Le raccomandazioni di viaggio per l'Italia da parte delle autorità tedesche si rafforzano, aggiungendo l'Alto Adige tra le regioni italiane in cui si "sconsiglia di viaggiare", oltre a Emilia Romagna e Lombardia. Finora la raccomandazione era valida solo per la città di Lodi e per Vo'. 

A detta del presidente dell'Istituto, Lothar Wieler, la valutazione sull'Alto Adige "è legata al numero delle infezioni e alla dinamica della diffusione" del coronavirus in quella regione. 

In Trentino, ha comunicato l'assessore provinciale alla Sanità Stefania Segnana con il presidente della Provincia Maurizio Fugatti, ci sono tre nuovi casi di contagio e il totale è così salito a dieci.

Intanto i contagi in Germania sono cresciuti a 534: si tratta di 134 casi in più rispetto a ieri pomeriggio. La maggior parte delle nuove infezioni sono state segnalate in Nord-Reno Vestfalia, con 281 casi, seguito dal Baden Wuerttemberg con 91 casi e dalla Baviera con 79 casi. L'unico Land tedesco in cui finora il virus non è stato registrato è la Sassonia-Anhalt.

A detta dell'autorevole istituto, la Germania non ha ancora raggiunto il picco del virus. "Non sappiamo ancora quando ci sarà, stiamo cercando di rallentarlo il più a lungo possibile", ha detto Wieler. Comunque si prevede anche nei prossimi giorni e settimane "un progressivo aumento dei casi".