La giornalista non le manda a dire e punta il dito contro la gestione “disastrosa” della pandemia

Maria Giovanna Maglie
Maria Giovanna Maglie

Maria Giovanna Maglie torna su un tema notoriamente a lei caro e boccia le misure anti Covid anche in termini prospettici legati all’incremento dei contagi con le sottovarianti di Omicron: “Basta mascherina e vaccino”. In collegamento con Veronica Gentili a Controcorrente su Rete 4 la giornalista non le manda a dire e punta il dito contro la gestione “disastrosa” della pandemia.

Maglie: “Basta mascherina e vaccino”

Per lei questi due anni sono stati da bocciare e “gli errori fatti prima dal governo Conte e poi dal governo Draghi, ahimé sempre con lo stesso ministro senza Speranza, sono stati tali e tanti, e talmente circondati da certezze mai più risolte, che oggi queste persone, tranne poche eccezioni, hanno perso agli occhi degli italiani il diritto di parlare“. E ancora: “Nessuno vuole fare più né terza né quarta dose o mettersi la mascherina. C’è una ribellione”.

“Noi non siamo come i francesi”

Maria Giovanna Maglie ha poi spiegato:“Gli italiani sono fatti così, non sono come i francesi che magari scendono in piazza un milione e magari si mettono pure i gilet gialli“. A parere della Maglie “i guariti dal Covid vengono trattati come persone di Serie B ma sono meno pericolosi dei vaccinati. Il problema è questo”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli