La giornalista riprende severamente l’europarlamentare da sempre scettica sui vaccini

·1 minuto per la lettura
Francesca Donato "in azione" su La7
Francesca Donato "in azione" su La7

Da Massimo Giletti a Non è l’arena ancora uno scontro fra chi crede nell’utilità dei vaccini anti covid e chi ha posizioni scettiche sul tema, stavolta è toccato a Sandra Amurri bacchettare la “solita” Francesca Donato: “Aziona il cervello prima di parlare”. Accade abbastanza spesso che in televisione e sul tema dei vaccini i toni diventino da rissa, e neanche stavolta c’è stata smentita catodica.

Da Giletti l’ennesimo scontro televisivo: stavolta è match Amurri-Donato

Fra gli ospiti c’era l’europarlamentare transfuga dalla Lega Francesca Donato, che ha espresso le sue ormai note perplessità sul vaccino e che si è messa in arcione di una sua tesi ricorrente. Quale? Quella per cui non solo i no vax finiscono in terapia intensiva.

Sul tema di chi finisca in terapia intensiva da Giletti va in onda lo scontro Amurri-Donato

La Donato poi ha rilevato che anche i vaccinati fanno la loro parte nell’incrementare carico e pressione sulle ospedalizzazioni standard e severe. A quel punto la Amurri l’ha stoppata ruvida: “Perché parla senza sapere di cosa parla? Prima di parlare dovrebbe azionare il cervello”. A quel punto Francesca Donato ha replicato: “Lei è molto presuntuosa. Se lei mi insulta non le faccio finire la frase”.

Sul “requisito” di avere un cervello da Massimo Giletti scontro Amurri-Donato

Poteva mancare la controreplica piccata della Murri? “Quello che faccio lo decido io e non lei. Mi auguro che lei il cervello ce l’abbia”. L’impressione è che al di là di dove stia il merito, che è fuori discussione, il mood di sentirsi sdoganati ad azzannare alla gola senza crescendo i no vax sia diventato regola aurea televisiva.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli