La giovane della provincia di Venezia è stata uccisa da una polmonite batterica

Elena Spironello
Elena Spironello

Un dolore immenso e tanta incredulità, Elena Spironello è morta a 23 anni stroncata da un’infezione letale sulla cui natura si stanno interrogando i medici. La giovane della provincia di Venezia è stata uccisa da una polmonite batterica a cui avrebbe fatto seguito una seconda infezione, stavolta virale, al cervello. La ragazzo viveva a Gardigiano di Scorzè, provincia di Venezia, ed è spirata nella giornata di domenica 25 settembre all’ospedale dell’Angelo dov’era stata ricoverata.

Elena Spironello stroncata da un’infezione

In corsia Elena ci era giunta dopo una febbre alta con bronchite, scaturita “da una polmonite batterica bilaterale”. I media spiegano che fin dai primi giorni di settembre la malattia ha progredito fino all’esito fatale con un virus. La 23enne era una ragazza definita “sempre solare e sorridente, era molto attiva in parrocchia”. Elena infatti faceva parte dell’Azione cattolica ed anche degli scout. I suoi genitori erano entrambi insegnanti dell’Istituto Salesiano San Marco alla Gazzera di Mestre. La povera giovane era una studentessa di lingue all’università Ca’ Foscari di Venezia.

Il ricordo del liceo di Mogliano Veneto

E  il liceo Berto di Mogliano Veneto ha voluto ricordare Elena: “L’intera comunità scolastica desidera stringersi con immenso cordoglio attorno alla famiglia Spironello per la dolorosissima e prematura perdita di Elena, ragazza solare e brillante ex studentessa di questo liceo“.