La giovane Italia travolge la Russia

Inizia al meglio il cammino della nazionale di coach Sacchetti in vista di Euro 2021: a Napoli la Russia cade dopo una prestazione convincente dell’Italia, che fa esordire tanti giovani ma si aggrappa ad un monumentale Ricci (19 punti), mentre agli ospiti non basta un Kulagin onnipresente (17 anche per lui).

Gli azzurri, che debuttano col quintetto Spissu, Vitali, Fontecchio, Ricci e Tessitori, iniziano contratti, con un mini break da parte degli ospiti che si costruiscono un vantaggio di 7 punti grazie ad un 9-0 netto. Col tempo l’Italia inizia ad ingranare, cominciando a trovare il bersaglio da lontano, e con due triple da parte di Pippo Ricci si porta avanti con un 13-2 di parziale. Nel finale, le due compagini si scambiano canestri dai 6.75, con la tripla di Ruzzier allo scadere che manda gli azzurri al primo riposo in vantaggio di due, 26-24.

Spazio nel secondo quarto per l’atteso debutto di Spagnolo, ma le squadre sono ancora più contratte, con solo 4 punti equamente divisi nei primi 4 minuti e mezzo. L’attacco della Russia si spegne con solo 9 punti nel secondo quarto, mentre quello azzurro continua a far male, con nove triple all’intervallo con 2 di queste firmate da Fontecchio, tra cui quella che manda sul +8 gli azzurri all’intervallo.

Nella ripresa non si ferma il ritmo offensivo dei ragazzi di coach Sacchetti, che allargano il passivo continuando a far piovere da tre punti, mettendoci anche effort difensivo, come testimonia la stoppatona di Tessitori. L’Italia si limita a controllare, con il terzo quarto che si chiude con i primi punti azzurri di Spagnolo, che chiude il gioco da 3 punti con il +11 azzurro a 10 minuti dalla fine. 

L’inerzia non cambia nel quarto quarto, con gli azzurri che si limitano a gestire le poche fiammate degli ospiti, con la tripla di Vitali che pone il punto finale, con anche Bortolani che trova la tripla. Inizia al meglio il cammino tricolore verso Eurobasket 2021, strappando in modo convincente e positivo il referto rosa, con un atteggiamento giusto nonostante l'Italia sia già qualificata.

Articolo in collaborazione con Basketissimo.com