La giovanissima Kayleigh Burns aveva problemi di asma e non ha tollerato il protossido d’azoto

Kayleigh Burns
Kayleigh Burns

Arriva dal Regno Unito la tragica vicenda di una 16enne morta dopo aver inalato gas esilarante ad una festa: la giovanissima Kayleigh Burns aveva problemi di asma e non ha tollerato il protossido d’azoto che era stato fatto circolare a quel party. Secondo i media la povera adolescente si trovava a una festa tra coetanei nella cittadina di Leamington Spa, nella contea del Warwickshire.

Morta dopo aver inalato gas esilarante

Il Daily Mail ha ripercorso gli step della tragedia vissuti dalla sorella maggiore di Kayleigh, la 31enne Clare Baker. La notte del 4 giugno Clare riceve un messaggio da uno degli amici di Kayleigh. In quel messaggio c’è scritto che la ragazzina era stata appena trasportata d’urgenza in ospedale con un’ambulanza. Nel testo non c’erano né destinazione né cause della corsa in ospedale.

Il messaggio e le chiamate agli ospedali

Allora Clare chiama tutti gli spot sanitari della zona fino a quando non arriva la polizia che comunica la morte di Kayleigh ai familiari. Il Mail spiega anche che due settimane dopo la ragazza avrebbe compiuto 17 anni. Ha detto Clare: “Mia sorella aveva solo 16 anni, quasi 17, ed era la ragazza più straordinaria di sempre. Il legame che avevamo, non riesco nemmeno a descriverlo”. E ancora: “Kayleigh è cresciuta e ha avuto una buona infanzia con una famiglia che l’ha sempre amata. Crescendo purtroppo ha cominciato a frequentare le persone sbagliate. Era interessata al trucco e alla moda e voleva viaggiare per il mondo. Voleva fare la hostess ma la sua vita le è stata portata via“.