La Juventus 'in casa' a Cardiff: in caso di finale può giocare in bianconero

I bianconeri si apprestano a disputare la seconda finale di Champions League negli ultimi 3 anni: Marotta e Paratici verranno premiati con il rinnovo.

Il momento tanto atteso dai tifosi della Juventus e non solo è arrivato: a Nyon, nel quartier generale della UEFA, sono stati stabiliti gli accoppiamenti per le semifinali di Champions League.

La Juventus, l’unica squadra italiana ancora in corsa, dovrà vedersela con il Monaco, con la prima partita che si giocherà nel principato e quella di ritorno che verrà giocata tra le mura amiche dello Stadium.

L’urna ha ovviamente disegnato anche l’altro accoppiamento, quello che vedrà protagoniste nell’ennesimo derby di Champions il Real Madrid e l’Atletico di Simeone ma, c’è stato anche un altro sorteggio, dalla valenza più formale: quello che ha stabilito quale sarà la squadra che, in caso di accesso alla finale, verrà considerata ‘di casa’.

Ebbene si è stabilito che a Cardiff la squadra che giocherà ‘in casa’ sarà proprio la vincente del doppio confronto tra Monaco e Juventus. Questo vuol dire che, salvo diversi accordi con l’altra finalista, in caso di passaggio del turno la compagine campione d’Italia potrebbe sfoggiare la classica divisa bianconera.

 

 

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità