La Juventus stecca ancora: cosa non sta funzionando per i bianconeri? Lo Scudetto è ormai compromesso?

Niccolò Mariotto
·1 minuto per la lettura

Il campionato è ancora lungo e la matematica non condanna ancora i bianconeri (che tra le altre cose devono ancora recuperare una partita) ma lo scialbo pareggio 1-1 di ieri sera della Juventus sul campo del Verona potrebbe aver spento definitivamente le ambizioni di titolo di Andrea Pirlo e dei suoi uomini.

Andrea Pirlo | Jonathan Moscrop/Getty Images
Andrea Pirlo | Jonathan Moscrop/Getty Images

Esattamente come nella gara d'andata del 25 ottobre scorso, i bianconeri si sono andati a scontrare contro un Verona solido e ben messo in campo da mister Juric commettendo di fatto gli stessi errori della partita di qualche mese fa. La Juventus vista ieri sera allo stadio Bentegodi è apparsa scarica, con poche idee e poca verve e si è fatta sorprendere da un avversario al contrario suo carico a molla, concentrato e determinato.

Scudetto compromesso? Difficile dirlo con certezza perché, come detto, il campionato è ancora lungo e la matematica non condanna ancora la Juve: quel che è certo è che il pareggio di ieri sera ridimensionerà le ambizioni di Pirlo. Offrendo prestazioni come quella di ieri (e contro avversari sulla carta inferiori) i bianconeri difficilmente andranno lontano con il sogno del decimo titolo di fila che rischia di svanire proprio sul più bello.

Aaron Ramsey | Jonathan Moscrop/Getty Images
Aaron Ramsey | Jonathan Moscrop/Getty Images

Il problema che balza all'occhio più chiaramente è quello dell'atteggiamento dei giocatori che appaiono scarichi, senza voglia e che commettono diversi errori banali e di attenzione. I numeri in questo senso certificano le difficoltà della squadra di Pirlo: la Juventus, dopo 23 match di campionato, sta vivendo la sua peggior annata dalla stagione 2011/12.

Segui 90min su Facebook, Instagram e Telegram per restare aggiornato sulle ultime news dal mondo della Juventus e della Serie A.