La Juventus trionfa nel derby d'Italia, 2-0 all'Inter

MIGUEL MEDINA / AFP

AGI - Quarta vittoria consecutiva in campionato per la Juventus, che batte l'Inter nel derby d'Italia e rilancia ulteriormente le proprie ambizioni di risalita verso i piani d'alta classifica.

All'Allianz Stadium finisce 2-0 grazie ai gol di Rabiot e Fagioli, al termine di un match vivo, combattuto e pieno di episodi.

Tante le occasioni sciupate dai nerazzurri, un gol annullato a Danilo dal Var e un legno a testa colpito da Calhanoglu e Kostic.

Alla fine la squadra di Allegri si dimostra più cinica e trionfa scavalcando di un punto gli uomini di Inzaghi in classifica, agguantando anche la Roma a quota 25.

I nerazzurri partono con più intraprendenza e al 5' sfiorano subito il vantaggio con Lautaro, che in piena area di rigore calcia di mancino indirizzando di pochissimo a lato.

Una manciata di minuti più tardi ci prova anche Calhanoglu da distanza siderale, impegnando Szczesny in due tempi.

I bianconeri provano a scuotersi intorno al 20', spaventando per la primissima volta Onana con una spaccata volante di Bremer su cross di Kostic, terminata però solo sull'esterno della rete.

A ridosso della mezz'ora e prima dell'intervallo l'Inter va altre due volte molto vicina al gol: Dzeko mette di un soffio a lato con una deviazione di testa su spizzata di Lautaro, successivamente Dumfries fallisce in maniera clamorosa sotto porta su assist di Barella.

La ripresa si apre ancora con la squadra di Inzaghi in avanti e subito ad un passo dal vantaggio con Calhanoglu, che calcia di potenza da fuori colpendo la traversa dopo la deviazione di Szczesny.

La Juve si salva e dall'altra parte, quasi a sorpresa, punisce al primo vero affondo: Kostic sfonda a sinistra e propone al centro per Rabiot, che apre il piatto destro e infila Onana all'angolino per l'1-0.

Al 63' Danilo troverebbe anche il raddoppio su corner dello stesso Kostic, ma in occasione del suo tiro al volo il difensore brasiliano tocca anche di mano cambiando direzione del pallone.

Il Var richiama l'arbitro e lo induce ad annullare. L'Inter così resta in vita e al 74' fallisce un'altra ghiotta opportunità con Lautaro, che si lascia ipnotizzare da Szczesny a tu per tu, mentre sul fronte opposto Kostic colpisce un palo dopo una gran parata di Onana.

Nel finale ci pensa il giovane Fagioli a mettere il punto esclamativo sul successo juventino, firmando il 2-0 con un tiro deviato da Gosens dopo il secondo assist di serata di un ottimo Kostic.