La Lazio adesso sogna: Inter battuta e superata

La Lazio avanza ufficialmente la propria candidatura per lo scudetto grazie alla rimonta sull'Inter nel posticipo della 24a giornata.

All'Olimpico la squadra di Inzaghi si impone per 2-1, infliggendo la seconda sconfitta in campionato alla squadra di Conte dopo quella contro la Juventus. I nerazzurri perdono quindi la vetta della classifica appena riconquistata e scivolano al terzo posto a meno tre dai bianconeri primi della classe e a due punti dalla Lazio, ora più che mai in corsa per il titolo.

All'Inter non è bastato andare in vantaggio alla fine del primo tempo con Young, lesto a raccogliere una corta respinta di Strakosha su tiro di Candreva. Fino a quel momento la gara era stata equilibrata e poco spettacolare con un'occasione per parte, di Milinkovic che ha colpito un palo in avvio e di Lukaku, che ha impegnato Strakosha al 20'.

La gara cambia in avvio di ripresa: al 3' il fischiatissimo ex De Vrij atterra Immobile che trasforma il rigore siglando il gol numero 26 in campionato, mentre al 25' Milinkovic risolve una mischia in area con un destro di precisione.

A Conte non basta mandare in campo Moses, Eriksen e Sanchez: la reazione dei nerazzurri è tutta in un gol annullato a Lautaro per fuorigioco oltre che in un tentativo di Lukaku stoppato da Acerbi. Pochi secondi prima Immobile aveva sfiorato il tris in contropiede.