La leader di Fratelli d'Italia ha attaccato il segretario della CGIL

·2 minuto per la lettura
Giorgia Meloni Landini
Giorgia Meloni Landini

Dopo le accese critiche da parte del leader della Lega Matteo Salvini che, su Facebook senza troppi giri di parole aveva affermato che la sinistra faceva campagna elettorale inseguendo fascisti che non c’erano più, anche la leader di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni si è unita alle critiche attaccando il segretario della CGIL Maurizio Landini: “Maurizio Landini ringrazia il Ministro degli Interni Lamorgese”, ha scritto quasi con tono di sfida.

Giorgia Meloni Landini, “Ringrazia il Ministro Lamorgese”

Nel suo post dai toni particolarmente critici, la leader di Fratelli d’Italia ha voluto ricordare alcune dinamiche del corteo avvenuto a Roma circa una settimana fa. “Maurizio Landini ringrazia il Ministro degli Interni Lamorgese. Solo che intanto è emerso non solo che la Lamorgese sapeva della presenza in piazza di esponenti di Forza Nuova e della loro intenzione di assaltare la sede del sindacato, ma addirittura che il corteo fino alla Cgil sarebbe stato ‘concordato’ con il Viminale”.

Giorgia Meloni Landini, l’incontro del segretario della CGIL con Draghi

Nel frattempo da Palazzo Chigi è arrivato un Tweet nel quale informa: “Il Presidente del Consiglio Draghi ha incontrato il segretario della Cgil nazionale Landini. Draghi: sindacati presidio di democrazia e dei diritti dei lavoratori; nessuna tolleranza contro intimidazioni ed episodi di violenza”, un post che ha trovato i ringraziamenti e gli apprezzamenti da parte dello stesso Landini: “Il presidente del Consiglio ci ha informato della discussione nel governo sulle nostre richieste, sui temi aperti del confronto con il sindacato a partire dalla sicurezza nei luoghi di lavoro, il Piano nazionale di ripresa e resilienza, la legge di bilancio Il presidente del Consiglio ci ha informato che verrà definito un calendario di incontri nei prossimi giorni”, sono le parole riportate da fanpage.

Giorgia Meloni Landini, Di Maio: “Dispiace che la destra si sia persa la manifestazione”

A fare il “verso” alla destra si è unito il ministro degli esteri Luigi Di Maio che ai giornalisti – riporta open – ha affermato: “La piazza di oggi è una grande risposta di popolo, e sottolinea l’importanza dei nostri valori costituzionali […] Valori che permettono a tutti di concorrere pacificamente alla vita pubblica e di esprimere la propria idea. Ma non con la violenza”. Alla domanda di un giornalista che gli ha chiesto se gli fosse dispiaciuta l’assenza della destra in piazza ha replicato: “Io credo che questa piazza sia così bella che mi dispiace che se la siano persa”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli